Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei


Barcellona, i trent'anni della Fundación Macba

Il Macba di Barcellona. Foto: © Rafael Vargas, 2009

Barcellona (Spagna). In attesa che il nuovo direttore Ferran Barenblit dimostri che la crisi è davvero finita, il Museo de Arte Contemporáneo de Barcelona (Macba) ha dato inizio alle celebrazioni per il 30º anniversario della Fondazione che l’ha reso possibile. La creò nel 1987 l’impresario Leopoldo Rodés a cui il sindaco della Barcellona olimpica, Pasqual Maragall, aveva chiesto aiuto per creare il museo d’arte contemporanea che la città richiedeva.
Rodés, che fino alla sua morte, nel 2015, considerò il Macba una sua creatura, riuscì a riunire le principali imprese e le grandi fortune catalane intorno all’ambizioso progetto, che diventò una realtà il 28 novembre 1995 con l’inaugurazione del Macba.

Il modello ibrido pubblico-privato del museo, sorto dalla collaborazione tra la Generalitat (governo regionale), l’Ayuntamiento (governo municipale) e la società civile rappresentata dalla Fundación Macba, fu considerato un esempio da seguire. «Un modello di successo che oggi si applica in molti musei spagnoli, ma che in quel momento aprì una strada importante per cambiare la mentalità nell’ambito della gestione culturale», l’ha definito Iñigo Méndez de Vigo, attuale responsabile del Ministero della Cultura, che si unì al progetto nel 2007, seppur con una partecipazione quasi simbolica.
In questi anni la Fundación Macba si è occupata di trovare i fondi per acquistare le più di 1.600 opere che insieme ad alcuni depositi compongono la collezione permanente, mentre i soci istituzionali si sono occupati di garantire il normale funzionamento del museo e il suo calendario di mostre e attività. «Le opere sono acquistate dalla Fundación, ma sempre su indicazione del direttore, consigliato da un comitato di esperti», puntualizza la vedova di Rodés, Ainhoa Grandes, attuale presidente di un ente che riunisce un centinaio di personalità dell’industria e della finanza e una cinquantina di imprese.

Per celebrare l’anniversario la Fundación pubblicherà un libro sulla sua storia e il catalogo ragionato delle opere più importanti della collezione. Inoltre per intercettare nuovi mecenati ha istituito le Macba Art Night e annunciato l’organizzazione di una serie di giornate su mecenatismo e collezionismo per contribuire a trasformare il museo in un nodo del dibattito artistico contemporaneo.

di Roberta Bosco, edizione online, 19 giugno 2017


Ricerca


GDA luglio/agosto 2017

Vernissage luglio/agosto 2017

Vedere a ...
Vedere in Trentino Alto Adige 2017

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2017

Vedere in Sicilia 2017

Vedere a Venezia e in Veneto 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012