Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri


Arturo Martini, prodigi e ombre

La copertina del volume

Elena Pontiggia è da sempre paladina dell’opera di Arturo Martini, a cui ora dedica una appassionata e documentatissima biografia. Nella vicenda, complessa e piena di alti e bassi, dell’artista trevigiano sta in primo luogo un carattere irriducibile e una sicura vocazione all’arte. La madre, Maria, che disperatamente voleva essere un personaggio, lo chiamava «Dante», in omaggio al Poeta, che sarebbe passato nella Marca, come vogliono le tradizioni locali, ed era pronto a qualsiasi cosa (anche a vendere le lenzuola di casa) per far progredire gli studi del figlio. Da lì si sviluppa un percorso accidentato, in cui il successo giunge per gradi, finché l’artista diventa punto di riferimento nell’Italia degli anni Trenta, e gli viene richiesto di dirigere la Accademia di Belle Arti di Venezia.
Martini, che aveva nel frattempo pubblicato il suo radicale intervento teorico Scultura lingua morta, andò incontro all’epurazione che toccò a tutti coloro che erano stati in vista, nelle arti, sotto il Fascismo. Morì nel 1947, isolato, e conobbe un periodo di oblio che è perdurato a lungo. L’autrice ricostruisce con finezza gli sviluppi di un carattere ombroso. Come ben riassume la frase di Lionello Venturi il suo talento era segnato da «quello speciale tono di ribellione che era in lui, e che non aveva nessuna pratica conseguenza, se non di far del danno alla sua vita quotidiana».

Arturo Martini. La vita in figure, di Elena Pontiggia, 302 pp., Johan and Levi, Monza 2017,  € 25,00

di Luca Scarlini, edizione online, 12 settembre 2017


Ricerca


GDA novembre 2017

Vernissage novembre 2017

Sovracoperta GDA novembre 2017

Focus on Figurativi 2017

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012