Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 7 ottobre 2018

Banksy autodistrugge un suo quadro da Sotheby’s | Ampliamento in vista per la Frick Collection | Come Picasso donò «Guernica» | La giornata in 15 notizie

Un momento dell'autodistruzione dell'opera di Bansky in asta da Sotheby's

Banksy complice del mercato? Tutti i quotidiani riportano l’ultima impresa del misterioso artista inglese Banksy che, probabilmente presente in incognito tra il pubblico dell’asta, ha azionato un tritacarte nascosto nella cornice di un suo quadro, subito dopo che l’opera era stata venduta da Sotheby’s per 1,2 milioni di euro. Potrebbe sembrare un atto di sfida al mercato dell’arte, ma ci sono diversi dubbi sia sull’atteggiamento della casa d’aste sia sulla finalità del gesto, dal momento che la tela ridotta a striscioline adesso potrebbe valere fino al triplo del prezzo appena battuto. [Corriere della Sera]

New York, serve più spazio per la Frick Collection. Alain Elkann ha intervistato Ian Wardropper, direttore della Frick Collection ed ex curatore al Metropolitan Museum di New York, sui suoi progetti di cambiamento della casa museo, compresa la creazione tra il 2020 eil 2022 di un nuovo edificio integrato nel vecchio, operazione ormai necessaria dal momento che la collezione è più che raddoppiata dal 1935, l’anno di apertura. [La Stampa]

Picasso voleva davvero donare «Guernica» alla Repubblica? A seguito delle recenti dichiarazioni del giornalista e scrittore Arturo Pérez-Reverte, una ricostruzione storica dell'acquisto da parte del Governo repubblicano spagnolo del capolavoro di Picasso spiega come andò la contrattazione con l’artista, facendo luce anche sulle motivazioni patriottiche di quest’ultimo. [El País]

Che mondo sarebbe senza il quai Branly? In un momento di accese discussioni sull’arte delle colonie, e in vista del grande convegno sul tema in programma a Parigi i prossimi 10 e 11 ottobre, un inserto speciale di 4 pagine di «Le Figaro» tesse le lodi del Musée du quai Branly - Jacques Chirac, senza il quale l’arte africana sarebbe molto meno conosciuta e apprezzata non solo in Francia ma in tutto il mondo. [Le Figaro]

Alleggerito il tetto di una chiesa storica. Ladri molto abili sono riusciti a rimuovere l’intero tetto in piombo, del peso complessivo di circa 20 tonnellate, della storica chiesa di Ognissanti a Houghton Conquest nel Bedfordshire, risalente al XIV secolo e inserita nella lista dei beni protetti inglesi. [Frankfurter AZ]

Ungheria, direttore si dimette per motivi politici. Dopo gli attacchi dei media governativi, che lo accusano di avere rapporti troppo stretti con gli autori liberali di sinistra e di averli aiutati per mezzo del Museo, il direttore generale del Museo per la letteratura Petöfi di Budapest annuncia le proprie dimissioni a partire dal primo novembre. [Frankfurter AZ]

Il museo con gli oblò. Fulvio Irace presenta l’«Amos Rex», il nuovo museo progettato dallo studio di architettura finlandese JKMM in pieno centro a Helsinki, che per l’integrazione con la città promette di battere l’effetto Guggenheim. [Il Sole 24 Ore]

La foresta batte la miniera. Erano in 20mila gli ambientalisti a festeggiare a Hambach, vicino ad Aquisgrana, alla notizia che sarà rimandato a data da destinarsi l’abbattimento della locale foresta, che sembrava destinata a lasciar spazio all’estensione di una miniera a cielo aperto, molto inquinante. [Il Giornale]

Sfratto alla regina. Stanno per cominciare, sotto la direzione personale del principe Filippo, le operazioni di restauro a Buckingham Palace a Londra, che costringeranno la regina d’Inghilterra a spostare temporaneamente la propria residenza (non succedeva dal 1952). Il costo previsto dei lavori è di 420 milioni di euro. [La Stampa]

La Cultura in marcia. Storici, archeologi, archivisti, bibliotecari, attori e musicisti hanno sfilato ieri a Roma per la prima manifestazione nazionale dei lavoratori precari della cultura, che chiedono più investimenti nel settore, fino ad arrivare all’1,5% del Pil, e contratti più coerenti e uniformi in tutto il Paese. [Il Manifesto]

Più manutenzione, meno restauri. Una pagina del «Sole», con un intervento della direttrice dei Musei Vaticani Barbara Jatta, presenta il convegno internazionale sulla conservazione preventiva organizzato in Vaticano per il prossimo 12 ottobre. I direttori dei principali musei di tutto il mondo presenteranno le proprie esperienze e strategie. [Il Sole 24 ore]

Paesaggio a pagamento. Il Comune sardo di Arbus ha deciso di chiedere un contributo per le riprese a quanti intendono girare film, documentari, videoclip o servizi pubblicitari presso la suggestiva spiaggia di Piscinas, nota per le sue dune ancora selvagge modellate dal vento. [La Stampa]

Un mistero lungo 1500 anni. A un mese dalla scoperta, Matteo Sacchi si interroga sulla possibile provenienza del tesoro romano in monete d'oro e gioielli ritrovato per caso a Como scavando sotto l'ex teatro Cressoni. [Il Giornale]

Progetti fermi dopo due anni. Tra errori e burocrazia, una pagina del «Fatto» spiega come mai siano così in ritardo i lavori di ricostruzione dopo il terremoto del 2016 in Umbria, Marche e Lazio. In alcune località non si è nemmeno riusciti ancora a portar via le macerie. [Il Fatto quotidiano]

Il pittore del cielo e del mare. Si è spento ieri a 83 anni il pittore siciliano Piero Guccione, protagonista di mostre personali in Italia e all'estero e principale animatore del fortunato «Gruppo di Scicli». Per Vittorio Sgarbi è stato il più grande pittore degli ultimi 50 anni. [Corriere della Sera]

Redazione, edizione online, 7 ottobre 2018


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012