Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 12 ottobre 2018

Il Riba Stirling Prize al Bloomberg Building | 170 opere dei musei olandesi andranno restituite | La 14ma Giornata del Contemporaneo | La giornata in 15 notizie

Uno degli ambienti del quartier generale londinese di Bloomberg

L’ufficio più sostenibile del mondo. Il quartier generale di Bloomberg in Europa, il cosiddetto Bloomberg Building a Londra, al n. 3 di Queen Victoria Street, progettato dallo studio di architettura Foster and Partners, si aggiudica il premio Riba Stirling per l’architettura. Si tratta del più grande edificio in pietra mai costruito nella capitale britannica dopo la cattedrale di St. Paul, ed è stato descritto come «l’ufficio più sostenibile del mondo». Si affaccia su magnifici scorci della City. [The Guardian]

Nei musei olandesi 170 opere d’arte erano state razziate dai nazisti.
Secondo le indagini avviate dall’Associazione olandese dei musei, in 42 centri d’arte nel paese sono conservati 170 fra dipinti, disegni, sculture e altri oggetti artistici con ogni probabilità sottratti agli ebrei prima o durante la seconda guerra mondiale. L’inventario stilato, che include pezzi di valore riconosciuto, faciliterà il ritorno agli eredi legittimi proprietari. [El País]

La 14ma Giornata del Contemporaneo. Domani 13 ottobre si celebra, a cura dell’Amaci (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani), la 14ma Giornata del Contemporaneo, con l’apertura gratuita dei 24 musei e di un migliaio di realtà sul territorio italiano con la presentazione di mostre, laboratori, conferenze ed eventi vari relativi ad artisti contemporanei. Il 10 ottobre l’Assemblea dei Soci dell’Amaci ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo, in carica per i prossimi tre anni (2018-21). Presidente è stato confermato Gianfranco Maraniello, direttore del Mart di Trento e Rovereto; vicepresidente Lorenzo Giusti, direttore della Gamec di Bergamo. Gli altri consiglieri sono Lorenzo Balbi, responsabile dell’Arte Moderna e Contemporanea dell’Istituzione Bologna Musei; Elisabetta Barisoni, responsabile di Ca’ Pesaro a Venezia e Marcella Beccaria, curatore delle collezioni del Castello di Rivoli - Museo d’Arte Contemporanea. [Il Giornale dell’Arte]

Troppe cadute, cambia il ponte di Calatrava a Venezia. Dopo anni di cadute e richieste di risarcimenti, il Comune di Venezia si è risolto a sostituire sedici lastre in vetro del ponte di Calatrava con un altro materiale meno scivoloso. [la Repubblica]

Antica torre blocca interporto. Un importante progetto di collegamento di trasporti è bloccato a Pomezia dal vincolo paesaggistico del Mibac che impedisce di abbattere la fatiscente torre di Santa Palomba perché, per 12 secondi, appare in un film di Pasolini considerato patrimonio nazionale. [Il Messaggero]

Sono stati in 15mila a pagare per pulire Amsterdam. È stato un successo che ha coinvolto 15mila persone l’iniziativa «Plastic Whale», che pagando un biglietto da 25 euro offriva ai turisti di girare per i canali di Amsterdam e pulirli dai rifiuti con appositi retini. [la Repubblica]

Meglio la censura o la povertà? Intervistato in merito alle difficoltà che limitano il lavoro degli artisti contemporanei, il performer iraniano Ali Moni riconosce i mille veti imposti all’arte dal suo paese, ma ritiene che le scarsità di fondi in Occidente non determinino condizioni molto migliori. [la Repubblica]

Il compratore si tiene Banksy. L’anonimo compratore della «Ragazza con il palloncino», l’opera di Banksy distrutta dal suo stesso autore con una performance a effetto durante l’asta londinese di arte contemporanea del 5 ottobre di Sotheby’s, pagherà il milione di sterline dovuto. [la Repubblica]

Il copyright? È nato nel 1735. Un servizio di due pagine racconta le vicende del pittore inglese William Hogarth (che, giunto all’apogeo della propria fama, fu bersagliato da moltissimi tentativi di imitazione), che portarono alla nascita del diritto d’autore, al centro di recenti dibattiti al Parlamento Europeo. [Il Venerdì di Repubblica]

Nuovi resti romani in centro a Torino. Saranno resi accessibili al pubblico dalla prossima primavera i ritrovamenti archeologici emersi durante i lavori di recupero dell’antico convento di Sant’Agostino a Torino, nella zona del Quadrilatero romano. [La Stampa]

Museo coinvolto in discussione sulle differenze di genere. La Wellcome Collection di Londra ha dovuto affrontare un’inattesa rivolta sui social per aver impiegato in una sua campagna di marketing il termine «womxn», coniata dagli attivisti per indicare le donne senza escludere i trans, ritenuta un affronto alle donne e al buon senso. [The Times]

Il calvario di Sant’Antonio. Gli scontri tra amministrazione e proprietari del convento di Sant’Antonio da Padova, un tesoro rinascimentale a Garrovillas de Alconétar, un comune dell'Estremadura, impediscono il restauro del monumento, l’unico patrimonio spagnolo inserito nella lista dei 35 più a rischio dell’intera Europa. [El País]

Addio a Haussherr. Scomparso a 81 anni il medievalista e storico dell’arte tedesco Reiner Haussherr. Durante la sua lunga carriera insegnò in molte importanti università di Germania e a Parigi. [Frankfurter AZ]

Il restyling di Porta Palazzo. Presentato a Torino il progetto di riqualificazione della zona di Porta Palazzo. Oltre alle tradizionali attività mercatali, il nuovo piano prevede la realizzazione di diverse aree dedicate al turismo, all’arte e alla cultura. Ma secondo Massimiliano Fuksas, che ha firmato uno degli edifici che si affacciano su piazza della Repubblica, le modifiche snatureranno la zona, che da popolare diventerà «da fighetti». [Corriere della Sera]

Bonisoli dice «ni» alla Appendino. Rispetto al salvataggio del Teatro Regio di Torino, sul quale grava un buco di bilancio da 5 milioni di euro, il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli ha promesso al Sindaco Chiara Appendino un intervento, ma solo se verrà presentato un piano di risanamento credibile. [La Stampa; la Repubblica]

Redazione, edizione online, 12 ottobre 2018


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012