Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’ombra della pittura

Le radicali sperimentazioni con il plexiglas di Marco Gastini

Marco Gastini «Dall'aria» 2005, tecnica mista su plexigas

Alla fine degli anni Sessanta Marco Gastini (1938) abbandonava l’Informale e avviava le sue radicali sperimentazioni pittoriche. Della pittura dichiarava di non poter fare a meno ma i mezzi di cui si serviva, coerentemente con lo spirito del tempo, erano del tutto irrituali: di volta in volta usava lo spray su tela oppure i colori ad alta percentuale di metallo su vetro e tubi al neon o, ancora, gettava macchie di piombo e antimonio fusi sulla parete o si serviva del plexiglas come supporto per la pittura.

Quelli realizzati allora, nel periodo «analitico», restano i suoi plexiglas più noti ma Gastini, che non smise mai di subire il fascino di quel materiale diafano, capace di scomparire agli occhi dell’osservatore per evidenziare il solo segno pittorico (o i graffi con cui lo solcava, visibili solo grazie alle loro ombre), avrebbe continuato a servirsene anche nei due decenni successivi.

Nella mostra «Disegnare sul vuoto. I plexiglas di Marco Gastini», aperta dal 19 ottobre al 30 novembre da Progettoarte-Elm, Marco Meneguzzo ha riunito una ventina di lavori appartenenti a quella tipologia più volte indagata dall’artista torinese. Nella foto, «Come era alto», 2006.

Addio a Marco Gastini

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 390, ottobre 2018


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012