Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 1 novembre 2018

Quinn per l'uguaglianza degli esseri umani | Maltempo, danni non solo a Venezia | La statua più alta del mondo è uno schiaffo alla miseria | La giornata in 13 notizie

Il progetto di Marc Quinn che verrà installato davanti alla Public Library di New York

Installazione antirazzista di Marc Quinn a New York. Salvatore Settis presenta l’installazione dell’artista britannico Marc Quinn che sarà presto installata a New York, davanti alla Public Library. Consiste in due cubi di vetro pieni di sangue umano congelato: da una parte campioni di sangue proveniente da 5mila migranti, dall’altra quelli di altrettanti vip, da Paul McCartney a Kate Moss. Niente segnalerà ai passanti in quale cubo stiano gli uni e gli altri, per sottolineare l’uguaglianza di tutti gli uomini, contro il razzismo. [il Fatto Quotidiano]

La statua più alta del mondo in India. Inaugurata in India la statua più alta del mondo, dedicata al premier Modi, fra le proteste della popolazione: in un paese segnato da povertà e scarsa alimentazione, un’opera così faraonica non poteva non suscitare sdegno. [Il Messaggero]

A Sibari servirebbe un cambio di mentalità. Nuovamente colpito da un’alluvione, come nel 2018, il parco archeologico di Sibari (Cz), per il quale sono stati spesi 18 milioni di euro negli ultimi 5 anni, necessiterebbe di una più attenta manutenzione ordinaria invece che di una episodica (e cara) manutenzione straordinaria. [Corriere della Sera - Sette]

Maltempo, danni non solo a Venezia. Il forte maltempo dei giorni scorsi ha colpito anche le Dolomiti, patrimonio Unesco: il vento ha sradicato circa un milione e mezzo di alberi della foresta di abeti della Val di Fiemme, quelli che avevano fornito nel Settecento il prezioso legno usato per realizzare i violini di Antonio Stradivari. [la Repubblica]

Non solo Artissima a Torino. Un Canaletto da 3 milioni di euro e un ritratto di Adolf Hitler di realizzato Mario Sironi sono fra le opere più importanti proposte nel contesto di «Flashback», mostra mercato che è uno degli eventi della settimana dell'arte di Torino che comincia oggi. [la Repubblica]

L’arte lenta di Eno. Elogio della lentezza da parte dell'artista inglese Brian Eno, intervistato a Venezia in occasione dell'esposizione di alcune sue installazioni di luce e musica: secondo Eno il cinema e i social tengono «in pugno l'attenzione. Io mi sento all'opposto, voglio fare qualcosa che lasci vagare». [Corriere della Sera]

Solidarietà per la libreria indipendente. La «October Books» di Southampton, l'ultima libreria indipendente rimasta in città, si è trovata al centro di un episodio di grande solidarietà quando, nel momento del trasloco verso la nuova sede (poco distante), non avendo soldi per pagare i trasportatori ha chiesto aiuto ai clienti. Si è così creata una catena umana di 300 persone che con un semplice passamano ha trasferito tutti i libri da un posto all'altro. [la Repubblica]

Il fantasma di Franco su Madrid. Dopo la decisione del governo socialista di rimuovere i resti del dittatore spagnolo dal monumento nazionale della Valle de Los Caídos (il memoriale dei caduti della guerra civile spagnola), l'annuncio dei discendenti di volerli trasferire nella cattedrale dell'Almudena a Madrid ha provocato numerose proteste, per cui è possibile che nemmeno questo luogo venga concesso. [Libération]

Norvegian Wood. Una pagina di «Le Monde» presenta il più grande grattacielo mai realizzato interamente in legno (85 metri di altezza). Sarà inaugurato nel marzo del 2019 a Brumunddal, in Norvegia. [Le Monde]

Marsiglia, Nouvel risponde alla Hadid. Il 24 ottobre si è inaugurata a Marsiglia l'ultima creazione dell'archistar francese Jean Nouvel, una coloratissima torre per uffici di 135 metri pensata per contrapporsi al vicino edificio firmato Zaha Hadid, realizzato in colori scuri e sviluppato in senso orizzontale. [Le Monde]

La nuova scuola Makarenko. La scuola Makarenko, costruita negli anni '60, aveva ormai una lunga e cattiva reputazione e i suoi locali fatiscenti tenevano a distanza la popolazione della città di Ivry-sur-Seine. Ma ora lo stabilimento è stato ristrutturato e ampliato dall'agenzia Air sotto la guida dell'architetto Olivier Leclercq. [Le Monde]

Il Noriega di Valenza verso un budget «più realistico». Il nuovo direttore artistico del Palau de les Arts «Jesús Iglesias Noriega», modernissimo teatro valenciano, considera insostenibile il modello adottato in passato da Helga Schmidt, e prende come riferimenti i teatri dell'opera di Lione e Amsterdam per una prossima riduzione del budget. [El País]

San José senza segreti. Con numerose missioni subacquee e l'aiuto di un modellino gli archeologi sono riusciti a ricostruire dettagliatamente come avvenne l'affondamento del galeone San José nell'arcipelago di Panama. Si tratta di un passo importante per avviare le operazioni di recupero (alcuni preziosi reperti sono già esposti al Museo Nazionale di Panama). [El País]

Redazione, edizione online, 1 novembre 2018


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012