Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Dilagano nel mondo

Falsa anche l’Avanguardia russa

Scandalo al museo Msk di Gand dopo i falsi Modigliani esposti in Palazzo Ducale a Genova e i falsi Manzoni distrutti a Milano

La direttrice dell'Msk di Gand Catherine de Zegher e il collezionista russo Igor Toporovskij

Gand (Belgio). Lo scorso 20 ottobre ha aperto al Museum voor Schone Kunsten (Msk) di Gand la mostra «Modernismo Russo 1910-1930», con 24 opere attribuite ad artisti come Larionov, Goncarova, Tatlin, Filonov, Kandinskij, Malevic, El Lissitzkij, Exter, Popova, Rozanova, Rodcenko e Udaltsova. La provenienza di tutte le opere era stata identificata nella Fondazione Dieleghem, istituita dai russi Igor Toporovskij e dalla moglie Olga.

Il 15 gennaio il quotidiano fiammingo «De Standaard» ha pubblicato una lettera aperta firmata da dieci personalità del mondo dell’arte ed esperti di avanguardia russa, che hanno definito le opere in mostra a Gand come «estremamente discutibili», con la richiesta di rimuoverle in attesa di ulteriori ricerche. Tra i firmatari vi sono i mercanti d’arte Julian Barran, James Butterwick, Richard Nagy, Ivor Braka e Jacques de la Béraudière e curatori e collezionisti, tra cui Natalia Murray, cocuratrice nel 2017 della mostra «Arte russa 1917-1932» alla Royal Academy, e Alex Lachmann, presenza fissa nelle aste londinesi di arte russa.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Simon Hewitt, da Il Giornale dell'Arte numero 383, febbraio 2018


Ricerca


GDA febbraio 2018

Vernissage febbraio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012