Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre


Torino

Guardate, agite, ma non fotografate

Una performance di Tino Sehgal alle Ogr

Tino Sehgal fotografato da Wolfgang Tillmans nel 2013 (part.). © Wolfgang Tillmans

Torino. Dopo la personale presso la Villa Reale di Milano nel 2008, organizzata dalla Fondazione Nicola Trussardi, Tino Sehgal (1976) l’artista-coreografo anglo-tedesco vincitore del Leone d’Oro alla Biennale di Venezia del 2013, torna in Italia con un nuovo e ambizioso progetto espositivo. A ospitarlo, dal 2 febbraio al 18 marzo, sono le Ogr di Torino, che con questa mostra a cura di Luca Cerizza inaugurano un ciclo di personali dedicate a singoli artisti internazionali presso il binario 1 dell’ala nord dell’edificio un tempo sede delle Officine grandi riparazioni delle ferrovie.

Un’esposizione, quella di Sehgal, effimera e immateriale, come nella migliore tradizione dell’artista: gli unici «oggetti» in mostra sono i corpi di 50 performer, a plasmare una complessa coreografia in continua trasformazione. Le singole opere dell’artista, ovvero le singole «situazioni», nel vocabolario di Sehgal, costituiscono scene o momenti di un progetto fluido e in costante evoluzione, le cui variabili sono definite dalle modalità dell’interazione tra spettatori e performer.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Federico Florian, da Il Giornale dell'Arte numero 383, febbraio 2018


Ricerca


GDA febbraio 2018

Vernissage febbraio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012