Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

La Wunderkammer di Mark Dion

Alla Whitechapel di Londra un'ampia retrospettiva dell'artista statunitense

Mark Dion_The Bureau of the Centre for the Study of Surrealism and Its Legacy. Courtesy Manchester Museum, The University of Manchester Photo: Paul Cliff

Lo statunitense Mark Dion, classe 1961, è ossessionato dal mondo naturale e dai reperti della civiltà umana, che raccoglie e colleziona. Nelle sue installazioni, simili a Wunderkammern contemporanee, classifica e combina reperti, elementi naturali, documenti e fotografie, nel tentativo di rispondere a un interrogativo più che attuale: in che modo la cultura influenza e controlla il mondo naturale?

Dal 14 febbraio al 13 maggio la Whitechapel Gallery gli dedica un’ampia retrospettiva, «Theatre of the Natural World», a cura di Iwona Blazwick, che riunisce lavori prodotti a partire dagli anni Novanta, con un’opera commissionata dalla galleria londinese. Tra i lavori in mostra, «Hunting Blinds» (2008), ispirata alle strutture usate dai cacciatori per nascondersi in mezzo alla natura selvaggia, o la ricostruzione di uno studio di un naturalista del XIX secolo, di cui Dion ha personalmente disegnato la tappezzeria, e quella dell’ufficio di un curatore museale degli anni Venti, stracolmo di oggetti e manufatti, progettato dall’artista.

L’ultima sala della mostra accoglie «Tate Thames Dig» (1998-2000), un’installazione composta da oggetti (giocattoli di plastica, carte di credito, ossa animali) ripescati lungo le sponde del Tamigi da un gruppo di persone ingaggiate da Dion: un lavoro rivelatore del carattere partecipativo di alcuni suoi progetti e della storia materiale di Londra nel corso dei secoli.

Federico Florian, da Il Giornale dell'Arte numero 383, febbraio 2018


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012