Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Rodin generoso

Al museo di Santa Caterina la parabola dell'artista in 25 disegni e una cinquantina di sculture

Auguste Rodin, La morte di Adone, 1891 marmo, Parigi, Musée Rodin © Musee Rodin, foto Adam Rzepka

Treviso. Dopo Parigi (Grand Palais) e New York (Metropolitan) approda al Museo di Santa Caterina, dove nel frattempo è stato completato il restauro della sala ipogea, la mostra antologica celebrativa del centenario della morte di Auguste Rodin (1840-1917), in programma dal 24 febbraio al 3 giugno.

Questo appuntamento è un segno di stima del parigino Musée Rodin, generoso nei prestiti, nei confronti del curatore Marco Goldin che nella mostra «Rodin: un grande scultore al tempo di Monet» riunisce, oltre a 25 disegni, una cinquantina di sculture, sintesi dell’intera parabola dell’artista. A cominciare dagli esordi con «Il naso rotto» (1864), dalla forte impronta espressionista, per proseguire con l’«Età del bronzo» (1875-76), dinamica pur nella sua evidente citazione dell’arte classica. Naturalmente non poteva mancare l’icona del «Bacio», un capolavoro di sensualità e di audacia tecnica, con il marmo reso leggero dalla sinuosità delle linee.

Sono esposte anche le maquette dei suoi monumenti più significativi come «La porta dell’Inferno» e «I borghesi di Calais». Una particolare attenzione è riservata al «Pensatore», opera dalla lunghissima genesi, messa a confronto con un altrettanto celebre quadro del 1907 di Edvard Munch che raffigura la scultura, di proprietà del collezionista dottor Linde, nel suo giardino a Lubecca. Monet è presente con un dipinto che figurava nella mostra «Monet - Rodin», allestita a Parigi nell’estate del 1889.

MUSEO DI SANTA CATERINA


Lidia Panzeri, da Il Giornale dell'Arte numero 383, febbraio 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012