Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Quando le antichità si misurano in millimetri

Intaglio in giadeite raffigurante una baccante, seconda metà del Settecento, 31x20x3,2 mm

Londra. Bertolami Fine Arts ha aperto un nuovo dipartimento dedicato alla
glittica, l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure; ne è responsabile Gabriele
Vangelli de Cresci. Primo appuntamento l’11 marzo con piccoli intagli ovali di età classica e una selezione di lotti di età moderna, fino al XIX secolo, tutti presentati con un loro stampo in cera.

Si parte da un piccolo (10,6x8x2 mm) intaglio romano imperiale (II-III secolo d.C.) in corniola, raffigurante un busto femminile dall’acconciatura simile a quella di Fulvia Plautilla, la moglie di Caracalla (800-1.000 euro). È un po’ più grande (14,3x11,2x3,2 mm) e un po’ più antica (I secolo a.C.-I secolo d.C.) la figura di un guerriero stante (1.800-2mila euro).

Hanno queste stesse stime altri due lotti: una rappresentazione della dea Ecate affiancata da due cani, datata al II-III secolo d.C. e che misura 15x11x3 mm; e, di epoca neoclassica (seconda metà del Settecento), un intaglio in giadeite raffigurante una baccante, stante e con le braccia alzate nell’atto di suonare un tamburello (nella foto), di dimensioni un po’ maggiori: misura infatti 31x20x3,2 mm.

BERTOLAMI FINE ARTS

Vittorio Bertello, da Il Giornale dell'Arte numero 384, marzo 2018


Ricerca


GDA settembre 2018

Vernissage settembre 2018

Vedere a Matera 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012