Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Salita al Pordenone (e a Piacenza)

Salita al Pordenone: la sezione centrale della cupola della Basilica di Santa Maria di Campagna a Piacenza

Piacenza. Affrescata dal Pordenone tra il 1530 e il 1535, la cupola maggiore della Basilica di Santa Maria di Campagna a Piacenza è stata nei secoli ammirata da pittori e scultori, piacentini e non solo, mediante il camminamento che la circonda, realizzato in origine per la manutenzione. È il cosiddetto camminamento degli artisti, di recente recuperato e messo in sicurezza grazie alla Banca di Piacenza e alla Soprintendenza. Fino al 10 giugno anche il pubblico potrà osservare da un punto di vista ravvicinato il ciclo di affreschi del pittore friulano, raffiguranti la discesa sulla terra di Dio padre, profeti, sibille, figure dell’Antico Testamento e scene bibliche come la creazione del mondo.

La Salita al Pordenone, così viene oggi chiamata, ha la forma di una galleria circolare che affaccia da un lato sulla cupola e dall’altro sulla città, visibile a 360 gradi grazie alle numerose finestre. È stata dotata di una piazzola dove i visitatori possono sostare e ricevere informazioni sul pittore e sulla storia della Basilica, consultando le guide e i cartelloni informativi. Santa Maria di Campagna fu un vero crocevia di artisti, come documentano interventi pittorici del Guercino, di Ignazio Stern e di Antonio Campi, che influenzarono, tra gli altri, il Genovesino di stanza a Piacenza tra il 1632 e il 1635.

Pagine importanti di storia dell’arte sono state scritte nella città emiliana e l’apertura della Salita al Pordenone vuole valorizzarle. Il biglietto di accesso al camminamento consente infatti l’ingresso ridotto a due mostre aperte sino al 10 giugno a Palazzo Galli: «Il Genovesino e Piacenza» presenta dipinti di varie collezioni italiane, con un focus sul periodo piacentino, mentre «I nuovi Ghittoni e i disegni della Collezione della Banca di Piacenza» propone dipinti e disegni di Francesco Ghittoni, pittore piacentino che Sgarbi annovera fra i maggiori artisti italiani attivi tra l’Otto e Novecento.

Jenny Dogliani, da Il Giornale dell'Arte numero 385, aprile 2018


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012