Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei


Com’è grande Palazzo Barberini

Colpo di Genio

Visita in anteprima alle sale finalmente liberate dal Circolo Ufficiali: a maggio si apre con una mostra-confronto tra antichi e contemporanei, in cui il «Narciso» di Caravaggio si specchia in Paolini, Ontani e Shirin Neshat

La Sala dei Paesaggi di Palazzo Barberini a Roma affrescata da Filippo Cretoni con vedute dei possedimenti Barberini. Foto Agostino Osio

Roma. Era il 2015 quando il ministro Franceschini e la sua omologa alla Difesa Roberta Pinotti firmavano il protocollo per restituire l’ala sud del piano nobile di Palazzo Barberini, residenza della celebre famiglia che annovera un papa, Urbano VIII (grande sostenitore di Bernini), e molti mecenati, fino ad allora (dal 1934) occupato dal Circolo Ufficiali delle Forze Armate, completando così la riconsegna del palazzo barocco alla città e alla fruizione pubblica.

Questi nuovi 800 mq circa composti da 9 sale e una piccola cappella ottocentesca si aggiungono così alle Gallerie Nazionali Barberini Corsini dirette da Flaminia Gennari Santori, che li aprirà dal 18 maggio al 28 ottobre con una formula inconsueta nell’intento di presentare i nuovi spazi «puliti, senza l’allestimento, offrendo una modalità di fruizione insolita per la storia di questa collezione, ma legata all’attuale strategia del museo»: la mostra-confronto «Eco e Narciso.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 385, aprile 2018


Ricerca


GDA aprile 2018

Vernissage aprile 2018

Vademecum SANPAOLO

Focus on Design 2018

Vedere a ...
Vedere a Milano 2018


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012