Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Udine

Il palinsesto dell’abside

Fino a giugno si può salire sui ponteggi per vedere gli affreschi di tre epoche e di mani diverse

Un particolare degli affreschi gotici della Chiesa di Santa Maria di Castello a Udine

Udine. È un restauro al tempo stesso conservativo e di ricerca quello in corso dallo scorso settembre presso la Chiesa di Santa Maria di Castello, l’antica pieve della città di Udine sul colle del castello che domina la città. Ne sono oggetto gli affreschi dell’abside centrale, un palinsesto che vede tre epoche di realizzazione e autori differenti: una parte duecentesca, raffigurante un velario, riconducibile al maestro che ha decorato la Deposizione dalla Croce presente nell’abside di destra (già restaurata nel 1986 a spese dello Stato); i frammenti di una Dormitio Virginis in cui sono visibili solamente gli apostoli, della prima metà del Trecento, e i resti di un’Adorazione dei Magi, riconducibili alla stessa mano che ha realizzato l’Incoronazione della Vergine nella calotta (del tardo Trecento).

A rendere necessario l’intervento, spiega la direttrice dei lavori Maria Beatrice Bertone, «sono state le condizioni in cui si trovava lo strato preparatorio dell’affresco, notevolmente provato da difetti di coesione e adesione al supporto a causa della presenza di umidità per capillarità proveniente dal suolo e per infiltrazione dalla copertura che è stata risanata nel 2015».

Problematica la decisione in merito alle integrazioni apposte negli anni Venti e negli anni Cinquanta che oggi garantiscono una coerente leggibilità. Elisabetta Francescutti della Soprintendenza aggiunge: «Dopo le prime indagini diagnostiche, una campagna all’ultravioletto con fotografie su grande scala, i diversi tasselli di pulitura dai quali sono state rimosse scialbature e carbonatazioni hanno fatto emergere un vivace cromatismo e un’elevata qualità pittorica».

L’intervento, richiesto dalla parrocchia della Chiesa Metropolitana di Udine, è finanziato dalla Regione con 168mila euro grazie alla Legge regionale 23/2015 e si concluderà in giugno. In corso di realizzazione studiosi dell’Università di Udine contribuiranno alla rilettura degli affreschi alla luce di una più corretta visualizzazione delle immagini. Sono previste visite sui ponteggi.

Melania Lunazzi, da Il Giornale dell'Arte numero 385, aprile 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012