Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Amos Gitai al Meis di Ferrara per il suo nuovo film

In anteprima mondiale la vita straordinaria di Doña Gracia Nasi, «businesswoman» del Rinascimento

Il regista israeliano Amos Gitai

Ferrara. Una vita spesa a riflettere sulla identità e storia ebraiche, è quella del regista, architetto e intellettuale Amos Gitai che sarà ospite oggi, mercoledì 18 aprile, del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (Meis). L’incontro è stato organizzato per presentare in anteprima mondiale il suo ultimo film, dedicato a Doña Gracia Nasi, la «businesswoman» che nel Rinascimento scelse Ferrara per ritornare alla propria cultura ebraica.

Il pubblico potrà accedere liberamente, fino al termine dei posti disponibili, dalle 17 al Meishop di via Piangipane 81, mentre alle 21 presso il cinema Boldini di via Previati (ingresso 5 euro) si potrà assistere alla proiezione di un’altra pellicola, «Tsili»  del 2014 che sarà introdotta dallo stesso Gitai insieme alla direttrice del Meis Simonetta Della Seta e allo scrittore Alain Elkann.

Il nuovo film del regista, da oltre 40 anni dietro la macchina da presa, è una vera e propria epopea con lieto fine. Doña Gracia, infatti, è uno straordinario personaggio femminile che, all’inizio del 1500, animò anche la vita di Ferrara dove, grazie all’apertura dei duchi d’Este per gli ebrei, ebbe il coraggio di tornare all’ebraismo, religione che la sua antica famiglia, proveniente dalla penisola iberica, aveva dovuto abbandonare dopo l’editto di espulsione degli ebrei, firmato da Isabella e Ferdinando di Castiglia nel 1492.

Stefano Luppi , edizione online, 18 aprile 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012