Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Crotone, scoperta area archeologica sul fiume Neto

Riemersi i resti di una tomba a cista dell'Età del Bronzo

La Guardia di Finanza sul luogo del ritrovamento archeologico, il letto del fiume Neto vicino a Crotone

Crotone. Sono arrivati prima i finanzieri dei tombaroli, insospettiti dai movimenti di persone in una zona poco frequentata del fiume Neto, vicino a Crotone, in Calabria. Risalendo il letto del fiume, ora in secca, la pattuglia ha scoperto i resti di una tomba a cista con urna cineraria dell’Età del Bronzo medio (1600-1325 a.C.), in un’area archeologica finora ignota agli studiosi. La Soprintendenza per i Beni culturali della Calabria ha iniziato i rilievi documentali per mettere in sicurezza il sito archeologico e una restauratrice sta già esaminando il materiale ritrovato.

Nella zona della costa ionica del crotonese non sono state trovate finora sepoltura a tomba a cista con urna cineraria (la cista è un contenitore di forma cilindrica dotato di coperchio). Si tratta dunque di una preziosa testimonianza culturale del sito molto prima dell’arrivo degli Achei dalla Grecia.

Tina Lepri, edizione online, 19 aprile 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012