Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 22 e 23 aprile 2018

Il Berliner Schloss ricostruito dall'architetto italiano Franco Stella aprirà nel 2019 come Humboldt Forum. Foto: www.francostella.eu

A Berlino tornano gli Hohenzollern. Quasi completata a Berlino la ricostruzione del Berliner Schloss, il castello degli Hohenzollern demolito ai tempi della Ddr, affidata all’architetto vicentino Franco Stella, che ripensato l'edificio come un unico grande spazio pubblico, denominato Humboldt Forum, con spazi espositivi, sale concerti, caffè e ristoranti. 600 milioni di euro il budget, chiusura dei lavori nel 2019. [Il Messaggero]

Record al Salone del Mobile.
Numeri da record per l’85sima edizione del Salone del Mobile di Milano, che si è chiusa ieri: più di 2mila espositori da 33 Paesi e un pubblico che ha superato le 400mila persone, in prevalenza operatori del settore design arrivati da 125 Paesi. [La Stampa; la Repubblica; Corriere della Sera]

L’ultima provocazione di Cattelan. In occasione della cerimonia dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara che gli conferisce il titolo di professore onorario, Maurizio Cattelan si presenterà con un messaggio pubblicitario sulla fronte. In questo modo finanzierà 20 borse di studio per studenti meritevoli. [Corriere della Sera]

L’androide archeologo. Creato per studiare la barriera corallina del Mar Rosso, il robot umanoide subacqueo Ocean One si sta rivelando prezioso anche per recuperare i tesori sottomarini. [la Repubblica]

Falso allarme. Turisti evacuati a Mont-Saint-Michel per il timore di un attentato terrorista, rivelatosi poi un falso allarme: si trattava solo di un visitatore che aveva aggredito la sorveglianza. [Il Messaggero]

La biblioteca dei materiali salvati. La «Stampa» dedica una pagina alla Materials Library di Milano, il più grande archivio europeo che custodisce più di 5mila tra vetri, metalli, plastiche e cementi riciclati, trasformati e pronti per essere riutilizzati. [La Stampa]

Il Museo Piaggio festeggia due volte. Per festeggiare i 50 anni della «Vespa», manifestazione permanente dell’ingegno italiano, il Museo Piaggio a Pontedera (Pisa) ha raddoppiato lo spazio espositivo. [la Repubblica]

Sebi che dipinge i leoni. Un servizio del «Fatto» racconta la storia di un bambino autistico di Cremona, che per comunicare dipinge leoni con uno stile paragonabile a quello di Antonio Ligabue. Si sta valutando se esporre le sue opere in una mostra. [il Fatto Quotidiano]

Nel mondo

Da Christie’s l’asta Rockefeller. In molti parlano di asta del secolo: dal 8 al 10 maggio prossimi da Christie’s a New York e online sarà venduta l’intera collezione d’arte del miliardario americano David Rockefeller, scomparso nel 2017 a 101 anni. Il ricavato andrà in beneficenza  [Corriere della Sera; The Sunday Times]

Pensieri cupi. È universalmente nota come «Il pensatore», ma secondo il curatore del British Museum Ian Jenkins la scultura di Rodin non raffigura un uomo intento a pensare, bensì un individuo afflitto dal lutto, in collegamento con i bassorilievi funerari greci. [The Sunday Times]

Lo scambio che ha fatto distruggere un capolavoro. Il «Times» racconta il singolare episodio di quando il pittore Francis Bacon chiese a un amico di distruggere un quadro nel suo studio, ma a causa di una incomprensione destra-sinistra l’uomo distrusse quello sbagliato, un capolavoro da 35milioni di sterline. [The Sunday Times]

Onore alla suffragetta. Arriva in Parliament Square a Londra la notevole statua che commemora la suffragetta Millicent Fawcett realizzata dalla scultrice Gillian Wearing. [The Sunday Times]

Architettura in pericolo nella Ruhr. Se non riuscirà a rientrare nel piano per lo sviluppo urbano del 2020 sarà a rischio la bella Förderturm Rossenray, storico edificio di 75 metri della città di Kamp-Linfort, nella Ruhr, in Germania. [Frankfurter AZ]


Giorno per giorno nell'arte | 22 aprile 2018

Sarà ricostruita la Basilica di Norcia. È stato firmato il decreto per decidere i criteri del concorso internazionale di progetti per la ricostruzione della Basilica di Norcia, dedicata a San Benedetto patrono d’Europa, distrutta dal terremoto nel 2016. [Il Sole 24 ore]

Il Pantheon resta gratuito. Dal prossimo 2 maggio doveva entrare in vigore il ticket da due euro per l’ingresso al Pantheon di Roma, tuttavia il Mibact ha preferito rimandare il provvedimento per farlo coincidere con la nomina del nuovo direttore. [Il Messaggero]

Città di Castello avrà piazza Burri. A Città di Castello, dove nacque nel 1915 Alberto Burri, l’attuale piazza Garibaldi verrà ridisegnata per diventare nella primavera 2020 uno spazio dedicato al grande artista. [Corriere della Sera; Il Giornale dell'Arte]

Gli ebrei d’Italia dal Colosseo a oggi. Alain Elkann ha intervistato Simonetta Della Seta, la direttrice del MEIS-Museo nazionale dell’ebraismo italiano, che racconta dei primi insediamenti ebraici a Roma e della storia del museo. [La Stampa]

Nel mondo

Frida Barbie? Meglio di no. Dopo un esposto della famiglia, che detiene i diritti esclusivi della sua immagine, il tribunale messicano blocca la vendita di una bambola della serie «Barbie» con le sembianze dell'artista Frida Khalo. [il Fatto Quotidiano; Corriere della Sera]

Addio a Marcia Hafif. Scomparsa a 89 anni l’artista statunitense Marcia Hafif, esponente dell’Astrattismo informale prima e del Minimalismo poi. Maestra della pittura monocroma, negli anni ’60 aveva vissuto anche a Roma. [La Stampa]

Amanda e la sua squadra. Un servizio di 6 pagine fa conoscere ai lettori Amanda Levete, l’architetta inglese che ha firmato il Museo dell’arte e della tecnologia di Lisbona e l’ampliamento del Victoria & Albert di Londra, che è a capo di uno studio di 50 persone. [El País Semanal]

L’arte del futuro? I libri. In un futuro non troppo lontano gli odierni volumi stampati potrebbero essere dimenticati come fonte di informazione, ma diventare preziosi oggetti ricercati dai collezionisti sul mercato dell’arte. [El País Semanal]

Il primo rinascimento dell’umanità. Il «País» dedica 4 pagine all’approfondimento del Neolitico, un’era durante la quale per l’umanità cambiò tutto, grazie al passaggio dal nomadismo all’agricoltura,  all’invenzione di nuovi strumenti ma anche alla produzione delle prime opere d’arte. [El País]

Uno scatto da 25mila dollari. Per la prima volta in 10 anni il Premio mondiale per la fotografia Sony, considerato l’Oscar della fotografia, va a un’inglese: la fotografa Alys Tomlinson. È la seconda donna a ottenerlo dopo l’americana Naomi Lewkowicz nel 2014. [The Guardian]

Il National Trust guarda all’entroterra. Nella sua prima intervista pubblica la nuova dirigente del National Trust inglese Hillary McGrady annuncia un cambiamento radicale nei confronti del trattamento dei tesori delle città interne del Paese. [The Times]

I principi Czartoryski litigano per l’arte. È battaglia legale tra la principessa Tamara Czartoryska e il padre Adam per la vendita al prezzo stracciato di 86 milioni di sterline della preziosa collezione d’arte esposta presso il museo di famiglia, nella quale è presente anche un’opera di Leonardo da Vinci: la «Dama con l'ermellino». [The Times]

Per il cervello non c’è differenza tra Picasso e un Big Mac. Uno studio di neurobiologia sfata il mito secondo il quale il piacere provocato dalle opere d’arte è diverso da quello procurato dal cibo o dal sesso: la base fisiologica nel cervello che attiva il senso di gratificazione sarebbe infatti la medesima. [The Times]

Francesco Martinello, edizione online, 23 aprile 2018


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012