Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Celtomania

Gli allineamenti di Carnac interessano gli studiosi dal XVIII secolo, oggi la teoria più condivisa è che siano una cintura di protezione del territorio

L'esterno della Maison des mégalithes, Devaux & Devaux Architectes, Architecture Design Nomad

Carnac (Francia). Gli allineamenti di Carnac interessano gli studiosi dal XVIII secolo e per tentare di spiegarli sono nate le ipotesi più varie, non sempre fondate scientificamente. Nel ’700 lo storico Christophe de Robien, che stilò una pianta del sito di Kermario, ipotizzò che si trattasse di stele funerarie. L’ingegnere Félix Le Royer de la Sauvagère vi vide le vestigia di un accampamento romano dei tempi dell’occupazione della Gallia.

Nel corso dell’800, la «celtomania» fece degli allineamenti dei «templi» celtici. Il sito di Carnac fu iscritto al registro dei monumenti storici nel 1840 e degli scavi su larga scala furono portati avanti dall’archeologo scozzese James Miln, sfociando con l’apertura, nel 1882, del Musée de Carnac.

Nel ’900 sono stati stilati diversi inventari scientifici. Via via si sono cercati legami tra gli allineamenti di pietre e le stelle, il Sole e la Luna. I megaliti sono stati visti come simboli religiosi volti al culto degli antenati e gli allineamenti come un «cammino» verso un luogo sacro. Sono stati chiamati in causa fenomeni celesti ed extraterrestri.

Oggi la teoria più condivisa è avanzata da Serge Cassen. Secondo l’archeologo dell’Università di Nantes le file di pietre a intervalli regolari sono una «cintura di protezione» di un territorio, una sorta di «filtro» per scoraggiare eventuali aggressori esterni e avvisarli della presenza sul territorio di una società organizzata e forte. «Si sa che quello che si vede oggi è solo una piccola parte di un progetto molto più vasto e che c’è ancora tanto da scoprire», ha sottolineato Jacques Buisson-Catil, amministratore del sito megalitico di Carnac.

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 386, maggio 2018


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012