Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Michelangelo per Michelangelo

Lo sguardo di Antonioni sull'opera di Buonarroti

Un fotogramma del film di Michelangelo Antonioni «Lo sguardo di Michelangelo»

Milano. La Cripta di San Sepolcro accoglie, dall’11 maggio al 15 settembre, la mostra-installazione «Michelangelo alla Cripta di San Sepolcro», curata da Francesco Frangi e prodotta da MilanoCard e Casa Testori. Cuore della rassegna è il film «Lo sguardo di Michelangelo», della durata di 15 minuti, girato da Michelangelo Antonioni nel 2004, tre anni prima della sua scomparsa, con Istituto Luce e Lottomatica.

Il grande regista (1912-2007) rivela in questo film (nella foto una scena) l’esperienza sconvolgente da lui vissuta nell’incontro con il «Mosè» del Buonarroti, custodito in San Pietro in Vincoli a Roma. Mentre procede nella penombra della basilica, Antonioni vive una sorta di rivelazione: si arresta, come folgorato, poi si avvicina e indugia lungamente sui particolari di quel capolavoro tormentoso per il suo autore, che lo aveva ideato per la tomba di Giulio II.

Destinata a San Pietro, Michelangelo la concepì come una grandiosa macchina scultorea ma le vicende della storia lo costrinsero a ridimensionarla (e a spostarla), con suo grandissimo dolore, tanto che ne parlò sempre come della «tragedia della Sepoltura». Da non perdere, gli emozionanti «ritratti» fotografici del «Mosè», di Aurelio Amendola, che completano la mostra.

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 386, maggio 2018


Ricerca


GDA maggio 2018

Vernissage maggio 2018

Fotografia Europea 2018

Vedere a ...
Vedere a Venezia e in Veneto 2018

Vedere nelle Marche 2018

Vedere a Milano 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012