Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’ultimo de Staël innamorato del sole

Ad Aix-en-Provence gli anni provenzali del pittore

Nicolas de Stael, «Paysage de Provence», 1953 © Adagp, Paris, 2018, foto © Museo Thyssen Bornemisza, Madrid

Aix-en-Provence (Francia). Gli «anni provenzali» di Nicolas de Staël sono al centro di una mostra all’Hôtel de Caumont-Centre d’art, in corso sino al 23 settembre. Un periodo breve, che va dal luglio 1953 all’ottobre 1954, ma importante per l’opera dell’artista russo naturalizzato francese, morto suicida a Antibes, nel 1955, a soli 41 anni.

Nicolas de Staël, che nel 1952 aveva portato avanti le sue ricerche sulla luce nei paesaggi malinconici delle coste della Manica e sulle terre della Normandia che avevano affascinato gli impressionisti, tra Honfleur e Dieppe, scoprì in Provenza i colori splendenti e la luce intensa, accecante, del Sud. Il pittore si fermò prima a Lagnes, vicino ad Avignone, poi, nell’agosto ’53, partì per l’Italia. Fu in Toscana e soprattutto in Sicilia. Tornato nel suo atelier provenzale con un quaderno pieno di appunti e sensazioni del suo viaggio, dipinse senza sosta grandi tele ispirate ai paesaggi e ai colori vivi di Fiesole, Agrigento, Selinunte e Siracusa. Si trasferì quindi nel pittoresco paesino di Ménerbes, in Francia, dove acquistò una dimora in stile provenzale, Le Castelet.

Nel 1954, mentre preparava la sua mostra di New York, al mercante d’arte Paul Rosenberg scriveva: «Con le opere che vi ho dato avete il necessario per realizzare la più bella mostra mai fatta prima d’ora». Di questi anni sono anche alcuni nudi, dipinti durante la relazione con una donna sposata, di cui si innamorò follemente.

La mostra «Nicolas de Staël in Provenza» presenta 71 dipinti e 26 disegni provenienti da istituzioni di tutto il mondo, tra cui il Cincinnati Art Museum, il Fitzwilliam Museum di Cambridge e il Thyssen-Bornemisza di Madrid. È stata curata dall’ultimo figlio del pittore, Gustave de Staël, e da sua figlia Marie du Bouchet, autrice nel 2003 di una biografia del nonno.

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 386, maggio 2018


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012