Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

La rivoluzione del direttore Nogara

I taccuini manoscritti dei Musei e delle Gallerie Pontificie dal 1920 al 1954

Bartolomeo Nogara

Città del Vaticano. Mentre la Biblioteca Vaticana digitalizza il suo patrimonio librario, l’Archivio Storico dei Musei Vaticani si arricchisce di una preziosa risorsa cartacea: 41 taccuini manoscritti di Bartolomeo Nogara, che dei Musei e delle Gallerie Pontificie fu direttore generale dal 1920 al 1954. Dono della famiglia Nogara, nella persona di Rosanella Lello Nogara e di Bernardino Osio, i taccuini raccolgono riflessioni e annotazioni sull’attività dei musei che in quegli anni, grazie all’impulso di Nogara, conobbero un processo di rinnovamento e di modernizzazione. Si trattò di una vera e propria rivoluzione gestionale che condusse, ad esempio, alla ristrutturazione del Museo Gregoriano Etrusco (1923-25), alla fondazione del Museo Missionario Etnologico (1926), alla creazione, tra 1923 e 1932, di diversi laboratori di restauro e di un Gabinetto per le ricerche e le applicazioni scientifiche (1939-42), nonché alla sistemazione della nuova Pinacoteca Vaticana progettata da Luca Beltrami (1932).

Articoli correlati:
Biblioteca Vaticana: manoscritti digitali con Oxford e Polonsky

Arianna Antoniutti, da Il Giornale dell'Arte numero 387, giugno 2018


Ricerca


GDA giugno 2018

Vernissage giugno 2018

Fotografia Europea 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo giugno 2018

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Vedere a Venezia e in Veneto 2018

Vedere nelle Marche 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012