Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 7 giugno 2018

«Piazza», di Alberto Giacometti, The Solomon R. Guggenheim Foundation, Peggy Guggenheim Collection, Venezia, 1976,  © 2018 Artists Rights Society (ARS), New York/ADAGP/FAAG, Paris

Giacometti si riprende il Guggenheim. Da domani la Salomon Guggenheim Foundation di New York omaggia lo scultore svizzero con una importante mostra: intervista a Francesca Lavazza, uno dei membri del consiglio di amministrazione che ha reso possibile l’evento. [Corriere della Sera]


In Italia
Farronato alla Biennale.
Il primo atto ufficiale del nuovo ministro della dei Beni culturali Alberto Bonisoli è stato nominare il curatore del Padiglione italiano alla Biennale d’arte di Venezia del prossimo anno: si tratta di Milovan Farronato, eccentrico direttore del Fiorucci Art Trust di Londra. [la Repubblica; Corriere della Sera; Il Giornale; il Sole 24 ore]

Cristina Ambrosini soprintendente a Bologna. Cristina Ambrosini è la nuova soprintendente all'Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara. Subentra a Luigi Malnati che ha concluso il proprio incarico il 31 marzo 2018. Nata a Bergamo, 53 anni, si è laureata a Milano in Lettere Classiche, conseguendo poi la specializzazione in archeologia. È docente a contratto in Legislazione dei Beni culturali all’Accademia di Belle Arti di Brera. [AgCult]

Musei Roma, con la tessera a 5 euro si entra un anno. L'annuncio è del vicesindaco di Roma Luca Bergamo: «La Mic è una tessera che consente a chi è residente a Roma anche temporaneamente di entrare nei musei civici e vedere anche le mostre che fanno parte del biglietto integrato al prezzo di 5 euro per 12 mesi. L'avvio della vendita tra poche settimane». La card permetterà di entrare per un anno nei musei comunali, una ventina di spazi espositivi, dai Capitolini ai Mercati di Traiano. [Ansa]


Identità e cambiamento delle fondazioni bancarie. «Siamo aperti al cambiamento, spiega il presidente di Acri e Fondazione Cariplo di Milano Giuseppe Guzzetti, ma abbiamo cinque punti saldi che caratterizzano le 86 fondazioni su 88 che  rappresentiamo: l’origine bancaria, la natura privata sancito dalla Corte Costituzionale, il radicamento territoriale, il patrimonio e la natura filantropica». Proprio quest’ultima è stata al centro della conferenza di apertura del numero uno delle fondazioni al XXIV congresso nazionale dell’associazione delle Fondazioni di origine bancarie e delle Casse di risparmio Spa che prosegue oggi e domani presso l’auditorium Paganini. Il titolo scelto quest’anno è «Identità e Cambiamento» ed è stato aperto dal capo dello Stato Sergio Mattarella che ha ricordato come queste fondazioni attive nel sostegno del welfare, ambiente, beni culturali e ricerca siano una «ancora della democrazia perché sono attori e non spettatori nella tutela del risparmio e della buona gestione di un patrimonio che nasce dai cittadini italiani». Guzzetti ha poi fatto tra l’altro il punto della parte artistica e filantropica delle fondazioni, ricordando come «La natura filantropica si è manifestata attraverso una molteplicità di azioni e di interventi, ma, in particolare, attraverso due principali forme: la valorizzazione del patrimonio culturale e artistico locale e la beneficenza a favore dei più bisognosi. Con riferimento alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico, va evidenziato che gran parte delle Fondazioni ereditano dalle banche conferitarie una vastissima e ricchissima dotazione di opere d’arte, vere e proprie collezioni che Acri negli ultimi anni ha deciso di censire e rendere fruibili attraverso una importante iniziativa denominata “R’accolte”, grazie alla quale sono emerse e valorizzate oltre tredicimila opere nelle diverse forme espressive relative a 74 collezioni appartenenti a 59 Fondazioni». [Stefano Luppi - Il Giornale dell'Arte]

Italia divisa sulle biblioteche. Un servizio di otto pagine presenta le più belle biblioteche storiche italiane, veri e propri gioielli che brillano per contrasto con un panorama in generale molto meno lusinghiero, con molte biblioteche piccole e medie che versano in situazioni difficili. [Sette]

Nuova gestione e soldi per la Lanterna. Passa da oggi ufficialmente sotto la gestione del Museo del Mare e delle Migrazioni la Lanterna di Genova. Il museo continuerà a collaborare con la Fondazione Labò per la gestione del faro, per la manutenzione del quale è in arrivo dal Mibact un milione di euro in 4 anni. [Il Giornale]

Rubata scultura sottomarina. Quando lo scorso lunedì i subacquei si sono immersi a Vallevò (Chieti) per l’abituale pulizia del «Cristo degli abissi», hanno constatato che la statua era scomparsa. [The Daily Telegraph]

Artista ruba una barca a Portofino. L’artista, pittrice e direttrice creativa di un negozio di lusso di Belfast Larissa Watson ruba un battello per escursioni a Portofino per festeggiare il suo compleanno. [Corriere della Sera]

Nel mondo
Ricorda un abito la nuova casa del V&A. Le geometrie del nuovo edificio del Victoria&Albert Museum a East London richiamano esplicitamente gli strati di un abito Balenciaga degli anni cinquanta. [The Times]

Addio a Vera Evison. Il «Times» dedica una pagina all’archeologa Vera Ivy Evinson, recentemente scomparsa: 100 anni dedicati allo studio di reperti anglosassoni, specialmente oggetti in vetro. [The Times]

Colpi bassi tra gallerie. La galleria antiquaria Kraemer di Parigi sembrerebbe vittima di una campagna di diffamazione che tira in ballo presunti mobili falsi, ad opera di concorrenti gelosi del suo successo. [Le Monde]

Arte sulla riva. Il sindaco di Londra approva l’ultima variante al progetto del nuovo centro culturale Olympia che sta sorgendo a Ovest di Londra sulle sponde del Tamigi. [Frankfurter AZ]

Francesco Martinello, edizione online, 7 giugno 2018


Ricerca


GDA giugno 2018

Vernissage giugno 2018

Fotografia Europea 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo giugno 2018

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Vedere a Venezia e in Veneto 2018

Vedere nelle Marche 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012