Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Bouquiniste adieu?

I librai ambulanti sul Lungosenna rischiano di scomparire. E chiedono aiuto all'Unesco

La «bottega» di un bouquiniste sul Lungosenna a Parigi

Parigi. Le «scatole verdi» piene di libri, affiche e cartoline d’epoca, fissate al muretto del Lungosenna, sono uno dei simboli di Parigi. Ma il mestiere del bouquiniste (da bouquin, che vuol dire libro in linguaggio familiare) è a rischio, minacciato dai tanti souvenir e portachiavi a forma di Tour Eiffel che alcuni librai sono talvolta obbligati a vendere ai turisti per poter sostenere i propri affari e continuare a esistere.

Per salvare il loro mestiere i circa 200 librai «a cielo aperto» del Lungosenna confidano nell’Unesco. L’idea di fare domanda per l’iscrizione alla lista del patrimonio immateriale dell’agenzia Onu è di Jérôme Callais, presidente dell’associazione culturale dei bouquiniste di Parigi, che fa questo lavoro da 27 anni e ha visto il degrado.

Di fatto le rive della Senna sono già patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1991. Si tratterebbe ora di proteggere un savoir faire tradizionale che esiste dal XVI secolo e rischia di scomparire. Callais ha ottenuto l’appoggio del Comune che ha già sollecitato l’intervento del Ministero della Cultura.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 388, luglio 2018


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012