Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 14 agosto 2018

L'affresco di Priapo scoperto nella casa pompeiana nella Regio V. Foto: Ansa

Ultime scoperte a Pompei. Dalla campagna di scavi che dallo scorso dicembre sta interessando la Regio V, insula 6, di Pompei è emersa una dimora di pregio dedicata a Priapo,  con ricchi affreschi (tra cui quello del volto di una donna bionda) di che fanno pensare a proprietari benestanti. [la Repubblica; Ansa]

Renzi cicerone di Firenze in tv. Otto puntate per raccontare al mondo una Firenze inedita, sul modello del suo Stil novo, il libro che ha pubblicato nel 2012. Dal giardino di Boboli (prima puntata) al parco delle Cascine (l’ultima), con tappe al Museo della Scienza, al Museo di San Marco, nella Basilica di San Lorenzo, a Orsanmichele, Palazzo Medici Riccardi e Istituto degli Innocenti, l’ex sindaco ed ex premier Matteo Renzi in otto interviste per la televisione illustrerà la bellezza di Firenze. L'autore dell'articolo, Paolo Fichera, rileva anche una curiosità. «Per girare le riprese nelle piazze fiorentine la produzione pagherà seguendo un tariffario che proprio Renzi sindaco aveva varato e che la giunta Nardella ha fatto ulteriormente lievitare: l’uso giornaliero di un metro quadrato di piazza Duomo, per esempio, dovrebbe costare oltre 10mila euro con ulteriore aggravio di costi se limita la circolazione di cittadini e turisti». [La Nazione]

Mestre e Venezia, il Tar ha detto no al referendum per la separazione. Non si farà il referendum (il quinto) per la separazione di Venezia e Mestre. Il Tribunale amministrativo del Veneto infatti, accolto i ricorsi presentati dalla Città metropolitana e dal Comune di Venezia e annullato tutti gli atti con i quali la Regione Veneto aveva accolto la richiesta di referendum consultivo presentata dai comitati autonomisti di Venezia e Mestre. [La Nuova Venezia]

Sicilia, istituito il Parco archeologico di Pantelleria. Due Parchi archeologici in un mese. Dopo quello di Segesta, istituito il 5 agosto, l'assessore dei Beni culturali e dell'identità siciliana Sebastiano Tusa ha firmato il decreto di istituzione del Parco archeologico di Pantelleria, che entra così a far parte del sistema autonomo dei parchi con piena autonomia gestionale, scientifica e finanziaria. Tra le zone incluse dal Parco, l'Acropoli di Santa Teresa, il sito preistorico di Mursia e quello dei Sesi, il villaggio di Scauri scalo e il tempio di Venere nei pressi del lago. Per Sebastiano Tusa, archeologo, «firmare il decreto di istituzione del Parco proprio sull'isola e alla presenza di tanti cittadini panteschi è per me una doppia soddisfazione: da un lato mantenere una promessa, dando la concreta possibilità di sviluppo e di tutela del territorio, dall'altro il segno della vicinanza del governo Musumeci alle popolazioni delle isole minori, troppo spesso in passato abbandonate ai numerosi problemi con cui debbono confrontarsi giornalmente». «La valorizzazione dei beni culturali siciliani, ha commentato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, è tra le priorità del mio governo e stiamo procedendo a tappe forzate, così come ci eravamo prefissati: dopo Segesta, oggi arriva Pantelleria». [la Repubblica- Palermo]
Mercato, Finarte e Minerva dopo la fusione raddoppiano il fatturato del primo semestre. Fabio Massimo Bertolo, auction manager di Minerva, intervistato da Silvia Anna Barrillà e Marilena Pirrelli, commenta i risultati del primo semestre 2018 del Gruppo Finarte, che si è concluso con un fatturato di 10.449.633 milioni di euro, il doppio rispetto allo stesso periodo del 2017 (+103,5%). I lotti offerti sono stati 3.773 in dieci aste (otto nel primo semestre 2017) di cui venduti 2.069 con un prezzo medio tra i 2mila e i 5mila euro. [Il Sole 24 ore]

Castelfiorentino, il Museo Benozzo Gozzoli mette al centro le persone con disabilità. Raffaele Nappi sul «Fatto» ci guida alla scoperta del BeGo, il Museo Benozzo Gozzoli di Castefiorentino, in provincia di Firenze. «Siamo un piccolo museo comunale situato al di fuori dei percorsi turistici di massa. E così abbiamo ripensato il nostro ruolo», spiega la direttrice Serena Nocentini. Il BeGo si è così trasformato in un museo al servizio della società e del suo sviluppo, coinvolgendo la comunità locale, le scuole, le istituzioni, la biblioteca, le associazioni sociali e culturali, i commercianti. E le case di riposo per anziani. Perché «Il museo deve essere per tutti, nessuno escluso». [il Fatto Quotidiano]

Fanno il bagno nella Fontana di Trevi. Multati turisti canadesi. Una coppia di canadesi è stata sanzionata per aver fatto il bagno nella Fontana di Trevi a Roma. Intorno alle 5  di ieri mattina una pattuglia del I Gruppo Centro «ex Trevi» della Polizia Locale ha sorpreso un uomo e una donna all'interno della fontana monumentale. La coppia aveva già provato ad immergersi un paio d'ore prima, ma i vigili erano intervenuti, fermandoli. I due turisti non hanno desistito e per entrambi è scattata la sanzione di 450 euro. [la Repubblica-Roma]

Bari, nei cartelli turistici non c'è la Basilica di San Nicola. Le indicazioni per raggiungere le chiese e altri siti di interesse storico-artistico della città antica installate dai tecnici del Comune di Bari in via Carmine in appositi espositori in metallo sono redatte in italiano e inglese e arricchite anche dai minuti di percorrenza per raggiungerli. Peccato però che sul pannello manchi l’indicazione più importante quella della Basilica di San Nicola. [la Repubblica-Bari]

Nel mondo

Siria, riapre dopo 5 anni il Museo archeologico di Idlib. Con l'esposizione di una piccola parte delle sue raccolte, ha riaperto ieri dopo cinque anni di chiusura il Museo di antichità di Idlib, nel nord-est della Siria, che prima della guerra custodiva molti materiali scavati a Ebla. Il pubblico può accedere a due uniche sale dove sono allestiti mosaici, statue, capitelli insieme ad anfore, lampade a olio e altri utensili e manufatti antichi in argilla.
La riapertura del museo, chiuso dal 2013, in una regione ricchissima di vestigia ma ancora in guerra si deve a un gruppo di accademici e archeologi locali, che hanno effettuato lavori di restauro e di manutenzione nel museo «per riportarlo in vita». Già in queste prime ore decine di visitatori hanno visitato la struttura e scattato fotografie. «È un messaggio al mondo intero, più in particolare all'Unesco, perché svolga il proprio ruolo nei confronti dei siti archeologici» di Idlib, ha dichiarato il responsabile Ayman al Nabo, aggiungendo che «scopo di questa riapertura è anche quello di organizzare visite per tutti gli studenti che non hanno potuto visitare i siti archeologici a causa della guerra, della distruzione e della paura». [Afp]

Filadelfia accoglie l'eredità di Duchamp. È il Philadelphia Museum of Art la destinazione di due delle ultime opere realizzate da Marcel Duchamp, appartenenti alla serie «Ètant donnés». [Il Giornale]

Pechino, scoperte 300 tombe della dinastia Qing. Gli scavi avviati un mese fa in prossimità del Parco Olimpico dei Pechino, nella zona nord della città, hanno riportato alla luce due complessi funerari composti da circa 300 tombe databili alla dinastia Qing (1644-1911). Secondo gli archeologi si tratta in gran parte di sepolture di cittadini comuni. In alcuni casi accanto ai resti dei defunti sono stati rinvenuti recipienti di terracotta. Gli scavi proseguiranno per un ulteriore mese. [China Daily]

Lo Zimbabwe esorcizza il fantasma di Rhodes. Polemica in Zimbabwe intorno alla tomba dell'imprenditore Cecil Rhodes, padre del colonialismo vittoriano in Africa e meta turistica da 15mila visitatori l'anno, che dopo 116 anni potrebbe essere spostata in Inghilterra e sostituita da una statua. [The Times; Corriere della Sera]

«La fotografia è la mia droga». Doppia pagina di «Le Monde» per un maestro della fotografia di guerra, l'inglese Don McCullin, che dopo i suoi reportage dal Vietnam fu definito da Henri Cartier-Bresson «Il Goya delle guerre moderne». [Le Monde]

Fuoco dipingi con me. Sempre «Le Monde» inaugura una nuova rubrica estiva che presenta un artista contemporaneo affiancandolo a un elemento naturale: la prima puntata è per Steven Spazuk, associato al fuoco, incontrato mentre lavora per preparare la sua prossima mostra a Boston a novembre. [Le Monde]

Lo splendore di Roma negli archivi del Riba. Il Riba, Royal Institute of British Architects, possiede migliaia di scatti in bianco e nero della Città Eterna. Fino al 28 ottobre una selezione è esposta al Vittoriano nella mostra «Eternal City».[The Guardian]

Si sta stretti in Cornovaglia. Complice l'estate molto calda, le presenze turistiche in Cornovaglia sono aumentate del 20%, e si registra uno scontro tra le autorità, che vorrebbero avvertire i visitatori del sovraffollamento, e gli imprenditori locali, per i quali allontanare i turisti è una follia. [The Daily Telegraph]

Più fake che fortune. La fortunata trasmissione televisiva della Bbc «Fake or Fortune?» fa scoprire un falso quadro di William Nicholson (1872-1949): pagato 165mila sterline, ora non vale praticamente nulla. [The Daily Telegraph]

L'uomo di Neanderthal aveva senso estetico. Un frammento di cristallo potrebbe farci ricredere sui Neanderthaliani. Ritenuto maldestro e incapace di creare un oggetto artistico, a quanto pare l'uomo di Neanderthal aveva un barlume di coscienza estetica. Ne è convinta la professoressa Ksenia Kolobova, dell'Accademia delle Scienze russa: «Abbiamo trovato un pezzetto di cristallo di rocca negli strati culturali della Grotta Chagyrskaya [nei Monti Altai, nella Siberia meridionale, Ndr]. Evidentemente vi è stato portato da fuori e a fini estetici. Non vi si notano segni d'uso, ma è stato spezzato deliberatamente da un frammento più grande. I Neanderthaliani hanno portato un bellissimo pezzo di cristallo di rocca, ma non l'hanno utilizzato in nessun modo. Possiamo quindi parlare di abilità cognitive: un bell'oggetto ha catturato la loro attenzione e loro se lo sono portato a casa.  Quindi avevano davvero senso estetico». Ora le ricerche degli archeologi mirano a trovare il luogo in cui tra i 60mila e i 40mila anni fa il cristallo di rocca ha «conquistato» un Neanderthaliano. [Tass].

Ha collaborato Anna Maria Farinato

Francesco Martinello, edizione online, 14 agosto 2018


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012