Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage

Milano e Venezia

La conversione di Prada

La stilista apre la nuova sede della sua fondazione affidando a Salvatore Settis due mostre (l’altra è a Ca’ Corner della Regina) sulla copia e sulla serialità nella scultura antica

statuetta di «Venere accovacciata» (I secolo a.C.) in cristallo di rocca (h 8,5 cm). Courtesy The Paul Getty Museum, Villa Collection, Malibu, California

Salvatore Settis e Miuccia Prada. L’archeologo e storico di arte antica celebre in tutto il mondo per i suoi scritti e le sue intuizioni, direttore prima del Getty Research Institute di Los Angeles e poi della Scuola Normale di Pisa dove è stato anche professore, e la stilista internazionale, signora del lusso, a capo di un marchio di fama mondiale, molto apprezzata per le sue doti imprenditoriali. Classico e contemporaneo insieme. Due mondi opposti e apparentemente lontani, ma in realtà vicini, che s’incontrano e dialogano condividendo un comune passato. Il 9 maggio la Fondazione Prada, nata nel 1993 con l’intento di promuovere artisti contemporanei ed eventi per lo più legati all’architettura e al cinema, inaugura la nuova sede di Milano con una rassegna non di arte contemporanea come ci si sarebbe aspettato, bensì, in controtendenza con la sua vocazione, con una mostra di arte antica. E per l’occasione Miuccia Prada ha voluto al suo fianco proprio Settis, curatore non solo della mostra inaugurale ma anche della sua «gemella» allestita in contemporanea negli ambienti del palazzo settecentesco di Ca’ Corner della Regina, sede della Fondazione Prada a Venezia.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laura Giuliani , da Il Giornale dell'Arte numero 353, maggio 2015


  • Salvatore Settis
  • «Laocoonte» (ante 1520) in marmo di Joseph Chinard (h 83 cm).Courtesy Lyon MBA - Photo RMN / René-Gabriel Ojéda. Photo: René-Gabriel Ojéda
  • Torso del Doriforo di Policleto in basalto verde (I secolo d.C.), copia da un originale greco. Courtesy: Foto Scala, Firenze - su concessione Ministero Beni e Attività Culturali
  • «Corridore» (I secolo a.C.) in bronzo (h 118 cm). Courtesy Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Caserta - Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • «Apollo (tipo Kassel)» (h 199,5 cm) in marmo (90-110 d.C.). Courtesy Museumslandschaft Hessen Kassel

Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012