Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Pianificazione e tutela del paesaggio

In Italia il paesaggio si fa piano piano. Toscana e Puglia le prime

Nonostante siano imposti dal Codice dei Beni culturali, arrivano solo ora i primi Piani paesaggistici (con infiniti attriti politici). Umbria e Sardegna sono in incubazione

© Regione Toscana

Firenze. A siglare il traguardo di un viaggio davvero travagliato, il ministro per i Beni culturali e il Turismo Franceschini l’11 aprile scorso ha firmato il Piano paesaggistico della Toscana prima di salire su un treno d’epoca a Siena con il governatore Enrico Rossi. Quella penna ha rischiato di non venir mai intinta nell’inchiostro. Perché il piano approvato il 27 marzo, coordinato dall’assessore all’urbanistica uscente Anna Marson, ha subito attacchi duri anche da una componente Pd, quindi della maggioranza, oltre che da Forza Italia (cfr. n. 347, nov. ’14, p. 10 e n. 349, gen. ’15, p. 6). E l’asprezza delle contestazioni ben esemplifica quali conflitti smuovano gli sforzi di dare regole ragionevoli a un territorio. Due gli elementi di maggior frizione che, per gli oppositori, frenerebbero lo sviluppo: il piano vieta nuove cave di marmo sopra i 1.200 metri d’altitudine e gli «scapitozzamenti» delle Alpi Apuane; e fino a 300 metri dal mare impedisce nuove strutture permanenti, tipo piscine o bar.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Stefano Miliani, da Il Giornale dell'Arte numero 353, maggio 2015


Ricerca


GDA maggio 2017

Vernissage maggio 2017

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2017

Focus on Boetti maggio 2017

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2017

Vedere in Sicilia 2017

Vedere a Venezia e in Veneto 2017

RA Arte Contemporanea 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012