Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia

René Burri inedito

Al Musée de l'Elysée gli aspetti meno noti del lavoro del fotografo svizzero

Il ritratto di Che Guevara realizzato nel 1963 da René Burri. © Fondation Rene Burri_Magnum Photos_Musee Elysee

Losanna (Svizzera). Atteggiamento sfrontato, sguardo elusivo e sigaro tra le labbra. È questo uno dei ritratti più conosciuti e iconici di Che Guevara, realizzato nel 1963 da René Burri (Zurigo, 1933-2014), membro di Magnum Photos dal 1959. Grazie a questo scatto Burri ottiene la fama internazionale, ma non è l’unica immagine memorabile di una carriera durata quasi sessant’anni.

Oltre ad aver documentato alcuni dei più importanti avvenimenti del XX secolo, nel suo obiettivo sono passati personaggi come Picasso, Le Corbusier, Giacometti. Dal 29 gennaio al 3 maggio il Musée de l’Elyseé gli dedica la mostra «L’explosion du regard», a cura di Marc Donnadieu e Mélanie Bétrisey.

Con immagini da archivi di famiglia e Magnum, l’esposizione presenta numerosi documenti inediti (provini, quaderni e opere grafiche e pittoriche) che rivelano aspetti meno noti del lavoro di Burri. Dalle tecniche espressive ai temi della sua ricerca, il percorso espositivo spazia tra cinema, televisione, libri, Cina e, naturalmente, il Che.

Monica Poggi, da Il Giornale dell'Arte numero 404, gennaio 2020



GDA Abbonamenti 2020




GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012