Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Fagioli rossi alla danese a Brooklyn

La Faurschou Foundation apre una sede a New York

La nuova sede della Faurschou Foundation in un ex magazzino nel quartiere di Greenpoint a Brooklyn

New York. Dopo gli spazi espositivi a Copenaghen e Pechino e presenze pop up alle Biennali di Venezia, il 3 novembre la Faurschou Foundation apre una sede di oltre mille metri quadrati in un ex magazzino nel quartiere di Greenpoint a Brooklyn.

La mostra inaugurale, «The Red Bean Grows in the South» (fino all’11 aprile), è una collettiva che esplora, tra gli altri, i temi del sogno e del desiderio (argomento quest’ultimo al centro di un poema cinese della dinastia Tang che dà il titolo alla rassegna).

Tra gli artisti chiamati a interpretarli, Ai Weiwei, Georg Baselitz, Louise Bourgeois, Cai Guo-Qiang, Tracey Emin, Anselm Kiefer, Paul McCarthy, Robert Rauschenberg e Danh Vo, presenti con opere di grande formato appartenenti perlopiù alla fondazione.

Quest’ultima, creata nel 2011 dal collezionista, consulente d’arte e filantropo danese Jens Faurschou (1960) ha l’obiettivo di favorire il dialogo e lo scambio interculturale tra Occidente e Oriente, in primis la Cina. Oltre alle mostre temporanee lo spazio di Greenpoint proporrà in permanenza opere della collezione. L’ingresso a tutte le sedi è gratuito.

Anna Maria Farinato, da Il Giornale dell'Arte numero 402, novembre 2019


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012